dal Lunedì al Venerdì dalle 16.00 alle 20.00
Open hours: dal Lunedì al Venerdì dalle 16.00 alle 20.00

Sindrome del Tunnel Carpale trattamento con Ozonoterapia.

 

L’OZONOTERAPIA UNA TECNICA PER TRATTARE IL DOLORE DEL TUNNEL CARPALE SENZA DOVER RICORRERE
ALL’ INTERVENTO CHIRURGICO

 

 

La sindrome del tunnel carpale è una patologia dolorosa della mano causata dallo schiacciamento di un nervo nel polso, il nervo mediano.
Le cause di questa condizione sono varie, si va dall’anatomia del polso, ad alcune patologie mediche o all’ultizzo eccessivo della mano.
Si definisce tunnel carpale uno stretto passaggio localizzato a livello della regione palmare della mano a livello del polso. La sua funzione è quella di proteggere un nervo fondamentale per l’utilizzo della mano.
Quando il nervo viene compresso si manifesta inizialmente un’intorpidimento, quindi il dolore vero e proprio, infine, la debolezza della mano. Tutti questi sintomi caratterizzano la sindrome del tunnel carpale.
E’ una patologia molto frequente nella popolazione, particolarmente invalidante anche se –fortunatamente – nonostante la cronicizzazione dei dolori con un’adeguata terapia spesso si è in grado di ridurre l’infiammazione e ripristinare il normale utilizzo dei polsi e delle mani.

L’ozonoterapia è una metodica rapida, efficace ed indolore che permette rapidamente di trattare i sintomi della sindrome del tunnel carpale.

Sintomi della Sindrome del Tunnel Carpale

La sindrome del tunnel carpale ha generalmente una storia comune in tutti i pazienti…inizia con un vago indolenzimento al polso, che può estendersi alla mano o all’avambraccio. Le fasi in cui può essere schematizzato sono:
Intorpidimento alle dita delle mani (tranne al dito mignolo!). E’ possibile notare l’insorgenza dei sintomi mentre si guida, mentre si legge un libro o prendendo in mano un barattolo. Nel tempo la sensazione di addormentamento può divenire costante.
Dolore che si irradia dal polso al braccio fino alla spalla o nel palmo della mano o nelle dita, soprattutto dopo un uso ripetitivo della mano.
Debolezza nelle mani che determina spesso la caduta degli oggetti.

Ozonoterapia e Sindrome del tunnel carpale

Un trattamento poco conosciuto che riduce in tempi brevi l’infiammazione senza l’utilizzo di farmaci

L’Ozono è in grado di trattare efficacemente il problema in quei casi in cui i sintomi sono lievi-moderati. Questo permette nell’arco di un mese e mezzo di terapia di ridurre in maniera notevole il dolore e la sensazione di intorpidimento senza ricorrere a continui trattamenti con farmaci antinfiammatori non steroidei o con cortisonici.
Il trattamento prevede la somministrazione di una miscela di Ossigeno-Ozono in prossimità del passaggio del nervo mediano al polso. Si utilizzano aghi estremamente sottili e caratterizzati da punte smusse (il che non causa dolore nell’inserimento!). E’ una pratica ambulatoriale, non è dolorosa, non necessita di convalescenza dopo la seduta.
In genere sono necessarie 10-12 microinfiltrazioni, i primi miglioramenti si avvertono dopo 3-4 infiltrazioni. Il vantaggio dell’Ozono consiste nella totale assenza di effetti collaterali e nella possibilità di trattare anche pazienti diabetici che non potrebbero utilizzare cortisone.

Cause della sindrome del tunnel carpale

La sindrome del tunnel carpale è causata, come abbiamo visto, dalla compressione del nervo mediano.
Qualsiasi sia la causa di irritazione o compressione del nervo mediano all’interno del tunnel carpale può causare la sindrome…una frattura del polso, un processo infiammatorio artrosico (dovuto ad eccessivo e continuativo uso nel tempo del polso – ad esempio nei lavori ripetitivi in cui si sfrutta questa articolazione) , patologie infiammatorie croniche (es. l’artrite reumatoide). Sono comunque molti i fattori di rischio che contribuiscono allo sviluppo della patologia.

Come si diagnostica la sindrome del tunnel carpale

Per diagnosticare la sindrome del tunnel carpale, al medico può essere necessario:
Anamnesi dei sintomi: tipologia di dolore, come si manifesta, quando…
Visita clinica, attraverso il quale il medico testa la sensibilità delle dita delle mani e la forza dei muscoli della mano.
RX polso, per escludere altre cause di dolore al polso, come l’artrite o una frattura.
Elettromiografia per valutare l’interessamento della componente nervosa periferica e della risposta dei muscoli.

Trattamenti e farmaci

Inizialmente quando i sintomi sono lievi si può provare giovamento facendo brevi ma frequenti facendo così riposare le mani. Talvolta l’applicazione di impacchi freddi riduce l’infiammazione.
Se questi rimedi non offrono sollievo in poche settimane, sarà verosimile necessario procedere per gradi nel trattamento, andando dall’immobilizzazione del polso, ai farmaci per giungere infine alla chirurgia.
I trattamenti conservativi (ovvero quelli che non necessitano di chirurgia) hanno maggior probabilità di efficacia se i sintomi sono da lievi a moderati e durano da meno di 10 mesi.

Ozonoterapia e Sindrome del tunnel carpale

Un trattamento poco conosciuto che riduce in tempi brevi l’infiammazione senza l’utilizzo di farmaci

L’Ozono è in grado di trattare efficacemente il problema in quei casi in cui i sintomi sono lievi-moderati. Questo permette nell’arco di un mese e mezzo di terapia di ridurre in maniera notevole il dolore e la sensazione di intorpidimento senza ricorrere a continui trattamenti con farmaci antinfiammatori non steroidei o con cortisonici.
Il trattamento prevede la somministrazione di una miscela di Ossigeno-Ozono in prossimità del passaggio del nervo mediano al polso. Si utilizzano aghi estremamente sottili e caratterizzati da punte smusse (il che non causa dolore nell’inserimento!). E’ una pratica ambulatoriale, non è dolorosa, non necessita di convalescenza dopo la seduta.
In genere sono necessarie 10-12 microinfiltrazioni, i primi miglioramenti si avvertono dopo 3-4 infiltrazioni. Il vantaggio dell’Ozono consiste nella totale assenza di effetti collaterali e nella possibilità di trattare anche pazienti diabetici che non potrebbero utilizzare cortisone.

 

%d blogeri au apreciat: